Seguici su


Facebook  Twitter  Youtube  Google Plus  Instagram
Technical Sailing Collection

Sfoglia
gli articoli
imperdibili di Technical Sailing!


newsletter

Partner

  • Harken
  • Spinlock
  • McLube
  • Harken Sport

VI RICORDATE DI MAIDEN?

1989/1990, erano gli Anni in cui l’attuale Volvo Ocean Race si chiamava Whitbread Round The World Race: il giro del mondo in equipaggio ancora molto lontano come concetto e spirito dall’iper tecnologia dei VOR 65 attuali.
E proprio nell’edizione 89/90 al via c’era una barca che ha prima fatto sorridere e poi stupito i puristi degli oceani.
Stiamo parlando di “Maiden”, la prima imbarcazione ad allinearsi al via di questa epica regata con un equipaggio interamente femminile!
Al timone di “Maiden” e alla guida del Team in Rosa c’era la britannica Tracy Edwards, un concentrato di passione e determinazione che sfidando tutto e tutti è riuscita a presentarsi sulla linea di partenza a Southampton e a tagliarla, sempre a Southampton, dopo sei tappe in 167 giorni e 3 ore mettendosi alle spalle il fanalino di coda della classifica, “Schlussel Von Bremen”.
Quella edizione della Whitbread è stata l’ultima corsa con scafi IOR, poi sostituiti dai Whitbread 60 e dai Max, poi ancora dai Volvo Open fino agli attuali Volvo One Design 65.
Come spesso accade per le barche da regata, anche “Maiden”, dopo quella edizione della Whitbread, è finita nel dimenticatoio alleSeychelles dopo aver girovagato in vari oceani.
E’ però notizia recente che Tracy Edwards l’ha scovata ed iniziato una operazione per riportarla nel Regno Unito, salvando questo vero pezzo di storia delle regate oceaniche ed inserendola nel suo progetto “The Maiden Factor” che ha finalità che vanno oltre il semplice recupero della barca, ma abbraccia un programma che vuole salvaguardare i diritti delle bambine nel mondo in collaborazione con varie organizzazioni umanitarie.
Chi desidera essere informato su questo progetto, può visitare il sito di “The Maiden Factor”.